06 945 02941 [email protected]

Ti piacerebbe avere il bonus tv 2019 per il decoder? Ebbene ti renderà felice sapere che è previsto nella Legge di Bilancio 2019.

Nei prossimi anni infatti sarà necessario, per ricevere i programmi tv, un nuovo standard: il DVB-T2/Hevc per passare al nuovo digitale terrestre a partire dal 2022.

Bonus tv 2019: cos’è e chi può richiederlo

Hai mai sentito parlare di switch-off? Si tratta del passaggio della televisione con il metodo analogico alla televisione digitale ma per effettuare questo passaggio c’è la necessità di adeguare i televisori alla tecnologia Dvb T2 oppure all’acquisto di nuovi decoder adatti al digitale terrestre.

Una delle cose previste dal governo Gentiloni è stata quella di stanziare, nella Legge di Stabilità, 75 milioni di euro per il triennio che va dal 2019 al 2022 sotto forma di bonus che dovrebbero essere destinati alle famiglie per televisori e decoder adeguati ai nuovi standard del digitale terrestre.

Perché è necessario il bonus tv 2019-2022

Ormai siamo nell’era del digitale terrestre 2.0 o di seconda generazione. Ogni evoluzione tecnologica ha i suoi vantaggi e infatti grazie alle frequenze digitali di ultima generazione avremo la possibilità di vedere i canali televisivi con una qualità superiore, e non solo! Se il tuo smartphone o il tuo tablet avranno una migliore ricezione e copertura del segnale sarà grazie alle nuove frequenze mobili del digitale terrestre.

I 2 tipi di bonus previsti

Bonus televisori 2019, bonus decoder 2019

Forse avrai sentito parlare di questi tre termini, in sostanza si tratta di un unico bonus previsto per le famiglie che decidono di acquistare un nuovo televisore o un nuovo decoder adeguato alla nuova tecnologia per la sintonizzazione digitale terrestre 2.0 e all Dvb T2. Lo switch-off è previsto in data del 1° luglio 2022 quindi hai 3 anni per decidere cosa fare in merito.

In ogni caso le cose da sapere sono queste:

Attualmente qui in Italia il funzionamento dei televisori è basato sia sulla tecnologia Dvb T1, sia quella Dvb T2. Nel 2022 in data del 1°luglio i televisori Dvb T1 non potranno più funzionare. Di conseguenza dovrai dotarti o di un nuovo televisore conforme al Dvb T2 o di un nuovo decoder conforme al nuovo digitale terrestre 2.0.

Questa passaggio è praticamente obbligatorio dal momento che la banda che verrà adottata dalle emittenti televisive sarà quella a 700 Mhz e non più l’attuale banda a 470-690 Mhz. Il tuo vecchio televisore o decoder non sarà in grado di ricevere le alte frequenze e quindi non riusciresti più a visionare tuoi programmi televisivi preferiti.

Bonus switch-off  2019 – 2022

Dal momento che lo switch-off costringerà migliaia di famiglie ad affrontare una spesa per l’acquisto di una nuova televisione Dvb T2 o di un nuovo decoder, questo bonus è stato previsto per fornire un aiuto a coloro che dovranno sostenere questa spesa.

Quando entra in vigore il bonus e quanto dura? Sembra che entrerà in vigore proprio nell’anno in corso, cioè il 2019, per terminare nel 2021. Infatti ti consigliamo di valutare lo stato del tuo attuale televisore entro il termine del 2021 perché nel 2022 verrano spente le frequenze di banda attualmente in vigore per passare alla banda a 700 Mhz.

Chi può richiedere il bonus tv 2019?

Non tutti possono richiedere il bonus ma solo coloro che sono esenti dal pagamento del canone Rai. Cosa significa? In sostanza se hai più di 75 anni e hai un reddito inferiore a 8mila euro annui, puoi richiedere il bonus tv per l’acquisto di un nuovo televisore o di un decoder compatibile con ti Dvb T2.

Di quale tipo di decoder avrai bisogno? Ti servirà un decoder che usa la tecnologia DVB-T2 e potrai vedere i canali televisivi con una qualità di video molto superiore rispetto ai normali decoder attualmente in uso.

Il vantaggio di questi nuovi apparecchi è che sono in grado si supportare il codec Hevc ed è molto importante che siano in grado di farlo dal momento che nei prossimi anni nel nostro paese potremo vedere i canali tv solo con un decoder adatto a questo tipo di codec.

Il tuo decoder attuale è già compatibile?

Una buona parte dei decoder attualmente presenti sul mercato sono già in grado di supportare la tecnologia DVB-T2, ma che dire del codec Hevc?

Ecco che questo codec ci pone un problema perché la scelta da parte di alcune emittenti televisive, di adottare questa tecnologia è avvenuto in una seconda fase. Ora il problema è che il tuo decoder basato su tecnologia DVB-T2 potrebbe non essere in grado di supportare i codici di compressione video di ultima generazione come il Hevc.

Bonus decoder 2019: cosa fare se non è compatibile?

Dopo esserti accertato che il tuo decoder si compatibile o meno con il codec Hevc, se non lo è non avrai altra scelta che munirti di un decoder compatibile.

Un’alternativa potrebbe essere anche quella di cambiare televisione facendo ricadere la scelta con una tv e decoder integrato di ultima generazione.

Clicca qui e chiama